W.Ciò che rimane della bugia

W.Ciò che rimane della bugia

Lingua: 12 consigl.

Regia: Rolando Colla

Durata: 110

Lingua: Deutsch/ital.

Trama: Il libro “Fragments from a Childhood 1939–1948" ha fatto scalpore in tutto il mondo, sia quando è apparso che quando è emerso in seguito che la presunta autobiografia era stata inventata. Nel suo lavoro, pubblicato nel 1995, il musicista professionista Bruno Wilkomirski ha descritto la sua prima infanzia in un campo di concentramento. Ha ricevuto premi ed è stato molto richiesto come testimone ed esperto contemporaneo. Dopo che quattro anni dopo si è saputo che "Fragments" era una specie di leggenda della vita, Bruno aveva trascorso tutta la sua infanzia in Svizzera, inizialmente insisteva sull'accuratezza dei suoi ricordi. Poi si è ritirato e non ha più parlato pubblicamente - fino ad ora. Con empatia, pazienza e imparzialità, il regista Rolando Colla è riuscito a conquistare la fiducia di Bruno Wilkomirski, apparso in «W. - What Remains of the Lie” ammette per la prima volta che il libro “Fragments” non è un'autobiografia. Il film di Colla esplora la questione di quale ambiente e background personale abbia portato Wilkomirski a scrivere questo libro in questo modo e fino a che punto ci sia qualcosa di universalmente umano in questo inganno. Una perla di film documentario, emotivamente forte, intelligente e stimolante con illustrazioni del fumettista Thomas Ott.

Critica Una perla di film documentario, emotivamente forte, intelligente e stimolante con illustrazioni del fumettista Thomas Ott.

Note Con l'animazione di Thomas Ott. Serata in presenza del regista Rolando Colla

Venerdì 29


Domenica 31


Lunedì 01


× Con l'animazione di Thomas Ott. Serata in presenza del regista Rolando Colla
Seleziona un orario
Prenota
Acquista
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.